La neurochirurgia è una branca della chirurgia che si occupa principalmente di interventi al cervello e al midollo spinale (SNC) e del Sistema Nervoso Periferico (SNP).

Le condizioni che richiedono il trattamento neurochirurgico sono:

  • Ernie del disco intervertebrale
  • Stenosi del canale vertebrale con compressioni midollari (anomalie strutturali, processi degenerativi)
  • Idrocefalo
  • Trauma cranico (ematomi subdurali, ematoma extradurale, fratture craniche)
  • Traumi della colonna vertebrale (fratture vertebrali instabili, lussazioni, ferite da arma da fuoco)
  • Tumori intracranici od extracranici
  • Tumori della colonna vertebrale e del midollo spinale
  • Traumi e tumori dei nervi periferici

Buona parte della neurochirurgia utilizza strumenti ottici di ingrandimento e strumenti chirurgici speciali onde evitare danni al tessuto nervoso sano, uno dei più delicati e critici dell'organismo.

L’accesso al cervello e alle meningi avviene tramite una craniotomia, mentre al midollo spinale si accede per laminectomia, emilaminectomia e per via ventrale (midollo cervicale).

La chirurgia dei nervi periferici si avvale spesso di esami elettrofisiologici quale l’ElettromioGrafia (EMG) per localizzare e quantificare il danno.

 

Midollo spinale libero da una ernia discale voluminosa

Tumore encefalo gatto Tumore Cerebrale Asportato  Il gatto dopo intervento

Asportazione meningioma

 shunt ventricoloperitoneale catetere peritoneale

Terapia per idrocefalo: Shunt ventricolo peritoneale

 instabilita atlanto epistrofea ll instabilita atlanto epistrofea vd

Instbilità atlanto-epistofea 

 

Accesso Riservato

I cookies servono a migliorare i servizi e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del sito. Privacy Policy | Come Utilizziamo i Cookies